Privacy Policy

Addio scontrino di carta:dal 1 luglio 2019, arriva anche la “lotteria dei corrispettivi”, per combattere l’evasione fiscale

Dal 1 luglio 2019 l’obbligo entrerà in vigore volume d’affari superiore a 400 mila euro mentre dal 1 gennaio 2020 l’obbligo scatterà anche per tutti gli altri. Lo scontrino elettronico servirà per trasmettere direttamente all’Agenzia delle Entrate i dati comprovanti l’acquisto e di fatto si accompagna all’e-fattura che invece partirà da gennaio.
Tra le novità anche quella della lotteria degli scontrini elettronici, ossia l’abbinamento di un’estrazione di premi per incentivare la lotta all’evasione e uno sconto fiscale per i negozianti per aggiornare o acquistare un registratore di cassa elettronico.In questo caso i clienti, ogni volta che effettueranno un acquisto, riceveranno un codice, previa comunicazione del codice fiscale, che darà la possibilità di partecipare all’estrazione di premi. Questo comporterà per i negozianti la necessità di possedere dei registratori di cassa predisposti alla connessione in remoto per i codici e per la trasmissione dei dati, per cui è appunto previsto uno sconto fiscale del 50% da recuperare, per il venditore del prodotto, in compensazione attraverso il modello F24.
I vantaggi dei nuovi scontrini riguardano dunque la fine dell’obbligo di registrare i corrispettivi giornalieri – che saranno memorizzati in automatico dai nuovi registratori di cassa telematici –, e la fine dell’obbligo della certificazione fiscale, ovvero dell’obbligo di rilasciare scontrini e ricevute con valenza fiscale, ad eccezione del caso in cui il cliente ne faccia specifica richiesta.

2018-11-05T08:03:21+00:00